InSuperAbile - La staffetta dell'inclusione 2021

INSUPERABILE 2022: PARTE 2 

🗓️ 20 – 27 Agosto 2022
📍Roma > Assisi

La staffetta dell’inclusione riparte da Roma e arriva a Assisi.

La seconda tratta prevede l’attraversamento di 2 regioni: il Lazio e l’Umbria, un cammino alla scoperta di meravigliosi borghi in cui il tempo si è fermato e la presenza religiosa di San Francesco si respira nell’aria, regalando un clima unico di pace e serenità alle associazioni Progetto Filippide Cagliari e Sud Sardegna e Diversamente ODV.
Il percorso prevede una camminata di 154 Km e un trasferimento, a metà del percorso, a Spoleto.

I protagonistI della tappa:

SE VUOI PUOI: CON IL CUORE, OLTRE LA SCLEROSI MULTIPLA.

Fondata a gennaio 2017 con l’obiettivo e il desiderio di diffondere il messaggio che si può buttare il cuore oltre l’ostacolo chiamato sclerosi multipla, è nata per tendere una mano a coloro che sono affetti da questa patologia.

Come? Attraverso lo sport per dimostrare che il movimento è molto importante per le persone con SM ed ha effetti positivi sulle limitazioni fisiche e a livello psichico.

Numerose sono le attività che l’associazione ha messo in campo con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e divulgare un messaggio di inclusione.

Diversamente Odv e Progetto Filippide.

L’Associazione Diversamente ODV, fondata nel 2007 per volontà di alcuni genitori con figli con autismo e disturbi dello spettro autistico, ha come obiettivo principale quello di migliorare la qualità della vita delle persone autistiche e delle loro famiglie.

Il Progetto Filippide Cagliari e Sud Sardegna svolge attività di allenamento e di preparazione a competizioni sportive per soggetti con autismo e sindromi rare ad esso correlate.

“La pandemia ci ha colto tutti alla sprovvista ed è stato difficoltoso per tutti noi ma in modo particolare per le nostre famiglie e le nostre persone con autismo. Quel periodo ha rappresentato per loro un momento di estrema sofferenza. Con Insuperabile l’anno scorso hanno finalmente avuto l’opportunità di rivivere la propria libertà, riappropriandosi di spazi che si erano persi, ma anche di sensazioni di grande impatto per loro, come il vento sulla faccia e il sudore sulla fronte. Quasi nessuno di loro era abituato a percorrere tappe di oltre 20 km per tanti giorni e perciò è stato necessario allenarsi per oltre un mese, nonostante il gran caldo e la fatica. Insuperabile ha rappresentato per noi una grossa sfida ma anche un punto di orgoglio, perché la fatica e la particolarità dei nostri ragazzi non hanno reso semplice l’arrivo a Piazza San Pietro, ma ce l’abbiamo fatta! Questa staffetta ci ha permesso di riscoprire tanto di noi stessi che nel cammino di tutti i giorni tendiamo a dare per scontato. Perciò l’arrivo non ha rappresentato un punto di fine, ma anzi un nuovo inizio, un nuovo inizio di un percorso di inclusione per noi e i nostri ragazzi. Siamo quindi felicissimi e orgogliosi di poter riprendere la sfida di Insuperabile anche quest’anno, continuando a portare l’inclusione in tutta Italia, abbattendo tutte le barriere, fisiche e mentali.”

 

Segui il loro percorso con il racconto di viaggio.
Vivi giorno per giorno le emozioni dei gruppi della staffetta InSuperAbile 2022.

🗓️ Day 7: 20 Agosto 2022
📍Abbazia di Farfa > Poggio Maiano

Km 20

La falsa partenza! Partiti dalla bellissima Abbazia di Farfa abbiamo poco dopo sbagliato la direzione del cammino a causa di un cartello poco chiaro e abbiamo girato in tondo.

Per fortuna Elisa, la nostra driver, a bordo del mitico Insuperbus ha recuperato il gruppo riportandoci sulla giusta direzione per condurci a Poggio Moiano dove ci aspettavano Anna Maria Romani e Francesco Luscioli, referenti della Via di Francesco in Lazio.

La tappa si è conclusa nel piccolo borgo di Montelone Sabino con un dislivello di 850 m attraversando il verdissimo territorio.

Si sta creando sinergia tra i partecipanti della frazione ricreandosi le belle emozioni che si sono vissute lo scorso anno.

Stay tune!

 

Pierangelo Cappai, Diversamente OdV e Progetto Filippide: “Nonostante le difficoltà, che fanno comunque parte del cammino, le emozioni hanno sopraffatto tutto e i nostri ragazzi hanno dimostrato ancora una volta che possono andare oltre ogni aspettativa. Le emozioni della partenza ci hanno consentito di superare e godere delle difficoltà che si sono presentate”.

🗓️ Day 8: 21 Agosto 2022
📍Poggio San Lorenzo > Rieti

Km 21,9

Prima della tappa Francesco Lascioli di Cammina dell’Arte, dopo averci fatto visitare la Casa del Pellegrino, ci ha offerto una colazione e omaggiato del Tao, simbolo della via di Francesco disegnato da una persona con una disabilità grave.

Siamo partiti carichissimi!

Un bel gruppo giallo e verde che ha attraversato luoghi di storia e di culto fino ad arrivare a Rieti nella città centro d’Italia.

I ragazzi sono andati talmente veloci che abbiamo abbattuto il tempo indicato sulla guida del cammino addirittura di due ore 😁

Cristina Pes, una componente del gruppo diversamente Odv, ci ha confessato che per lei il progetto è molto importante perché ha incontrato vecchi amici e conosciuto di nuovi. Camminare le da un senso di rinascita nonostante le gambe le facciano male.

🗓️ Day 9: 22 Agosto 2022
📍Rieti > Greccio

Km 24

Da Rieti a Greggio: una tappa molto impegnativa – lunga circa 25 km, di cui gli ultimi in salita – che ci ha messo a dura prova, ma che ancora una volta ci ha dimostrato quanto sono tosti i ragazzi di Diversamente ODV e Progetto Filippide Cagliari e Sud Sardegna. Sono stati bravissimi e quasi tutti sono arrivati alla fine della tappa senza utilizzare come supporto il nostro InSuperBus. 

 
Il gruppo si sta davvero amalgamando e stiamo diventando una bellissima realtà, tanto che questa sera, nonostante le fatiche non sono mancati dopo cena dei momenti di svago in cui abbiamo ballato e ci siamo divertiti insieme.  
 
Inoltre, stiamo incontrando strutture ricettive molto accoglienti, che apprezzano e si stupiscono del nostro progetto, e noi stiamo diventando un gruppo davvero molto coeso perchè siamo noi stessi per primi ad abbattere vicendevolmente le barriere che inavvertitamente potremmo aver eretto. 
 
Questo, il bellissimo messaggio di Pierangelo Cappai – Associazione Diversamente ODV e Progetto Filippide Cagliari e Sud Sardegna, che sintetizza il significato di InSuperAbile. “Nonostante questa tappa davvero impegnativa, guardavo il sorriso e la gioia di Federico e riflettevo su cosa è ed è diventato InSuperAbile. Per prima cosa il fatto che le persone che nulla hanno a che fare con il nostro mondo, i nostri bisogni, le nostre necessità e sofferenze abbiano voluto per il secondo anno averci a fianco è solo meritorio; ma poi ciò che mi ha colpito ancora di più è che InSuperAbile non predica l’inclusione, ma la realizza. Questo progetto cerca di andare incontro alle esigenze dei nostri figli, non con un fare pietistico, ma per valorizzarne le abilità residue. Quando ho visto i vostri occhi guardare i nostri ragazzi e paragonare il grande cambiamento che c’è stato in un anno, per me è stata una gioia infinita.” 

🗓️ Day 10: 23 Agosto 2022
📍Greccio > Terni – Trasferimento a Spoleto

Km 23

Questa mattina siamo partiti dal bellissimo borgo di Greccio e abbiamo raggiunto il suo Santuario, un luogo incredibilmente bello e mistico. Qui abbiamo potuto infatti scoprire il primo presepe della storia, realizzato nel 1223 da San Francesco, incastonato tra le rocce a 700 metri di altezza e che ha reso celebre in tutto il mondo questo borgo. Il nostro cammino è poi proseguito attraverso una lunga e difficile salita verso i Prati di Stroncone, una località bellissima dal punto di vista peasaggistico. Abbiamo infatti camminato in altopiano a 1000 mt di altezza per parecchi km, su strade bianche, immersi nella natura verdeggiante, per poi arrivare a Stroncone dove ci siamo fermati per una pausa pranzo rigenerane e successivamente a Terni, dove si è conclusa la nostra tappa. Tra meraviglie, storia e spiritualità, nel cammino abbiamo incontrato anche le impronte del ginocchio di San Benedetto e i giacigli utilizzati per riposarsi durante questa la camminata, davvero impegnativa. 
 
Da Terni, poi, il nostro InSuperBus di Gruppo Bossoni, ci ha scortato siano a Spoleto, una bellissima cittadina dove ci hanno raggiunto 3 amici: Daniela Comelli e due giornalisti/fotografi quali Gilda Luzzi e Fabrizio Ardito – che collabora con Rosa Running Team e Lamu al progetto InSuperAbile 2022 – e che proseguiranno con noi una parte del cammino. 
 
“Siamo quasi a metà della seconda frazione di InSuperAbile 2022. Partiti dalla bellissima Abbazia di Farfa, passati da Poggio Moiano, Poggio San Lorenzo per arrivare a Rieti, abbiamo raggiunto il piccolo borgo di Greccio e oggi Spoleto. Tanti i chilometri sulle gambe, bellissimi paesaggi davanti ai miei occhi. L’azzurro del cielo terso e il verde dei boschi e dei prati mi aprono il cuore. E poi ci sono loro: gli InSuperAbili! Riuscire a fare breccia nei loro cuori strappando loro un sorriso furtivo è la gioia più grande per me. Si va avanti, passo dopo passo insieme per abbattere i limiti che stanno dentro e fuori di noi.” Mariella Faustinoni – Rosa Running Team ASD e LAMU

🗓️ Day 11: 24 Agosto 2022
📍Spoleto > Poreta

Km 15

Questa mattina siamo partiti presto per visitare la bellissima cittadina di Spoleto e il suo magnifico Duomo, raggiunto in un momento di pace totale, che ci ha permesso di ammirarlo in tutta la sua meraviglia. A seguire siamo saliti alla Rocca, che ci ha regalato invece uno sguardo su tutta la valle. 
 
Da qui, abbiamo ripreso il cammino in direzione Poreta. Una tappa che, seppur breve per chilometraggio, ̬ stata impegnativa perch̬ ricca di sali e scendi, come del resto tutta questa bellissima zona umbra. Raggiunta la nostra meta per il pernottamento, abbiamo infine salutato Fabiana Рnostra amica e fotografa del progetto Рche oggi termina il suo cammino con noi InSuperAbili!
 
“Mi sono avvicinato al mondo dell’autismo e sono poi diventato un educatore perché mio cugino Federico è autistico. La mia passione e voglia di stare accanto alle persone con spettro autistico è nata infatti da lui. Quando sono partito non mi aspettavo che fosse facile ed infatti così si è dimostrato. InSuperAbile è un progetto molto importante per i ragazzi che sono con me in cammino, in quanto da loro la possibilità di fare più esperienza possibili, accompagnati e seguiti. Da solo non sarebbero in grado di farlo, di sperimentare. Questa tipologia di progetto sociale lo consiglieri anche ad altri perché è veramente inclusivo: si forma un unico gruppo senza nessun tipo di distinzioni e discriminazioni.” Alessandro Boi – Accompagnatore di Lorenzo.

🗓️ Day 12: 25 Agosto 2022
📍Poreta > Trevi

Km 13

Siamo partiti dal piccolissimo borgo di Poreta per una tappa obbligata dalla signora Rosa – detta Rosella – che dedica la sua vita all’ospitalità dei pellegrini e quindi punto di riferimento internazionale per tutti coloro che passano sulla Via di Francesco. 
 
Lungo il percorso abbiamo potuto scoprire le bellezze dei luoghi di meditazione che attraversavamo e la pace che li contraddistingue. Siamo andati al Castello di Campello e abbiamo poi proseguito verso l’Eremo delle Allodole, che purtroppo però non abbiamo potuto visitare perchè in costruzione. 
 
Arrivati a Trevi, cittadina bellissima, gioiello di questa regione e borgo molto accogliente, abbiamo incontrato Bernardino Sperandio – sindaco di Trevi – e all’interno della meravigliosa Villa Fabri abbiamo avuto l’opportunità di raccontare al pubblico presente il progetto InSuperAbile e la nostra esperienza. 

🗓️ Day 13: 26 Agosto 2022
📍Trevi > Foligno

Km 17

Abbiamo attraversato la bellissima cittadina di Terni per raggiungere un’altra meta: Foligno. ll nostro gruppo è davvero molto molto affiatato e ciò che si respira nell’aria è si la voglia di raggiungere Assisi, che si fa sempre più vicina, ma anche la consapevolezza che questo percorso insieme sta per terminare. 
 
“Oggi la carovana colorata, tra chiacchiere, canzonette, sorrisi e mugugni, passi veloci e passi più lenti è arrivata a Foligno, da dove domani, dopo un incontro presso il Comune, ripartirà alla volta di Assisi che sarà il punto di arrivo per i ragazzi di Progetto Filippide Cagliari e Sud Sardegna e Diversamente ODV. Per loro domani sarà dunque l’ultimo sforzo per realizzare l’impresa, quella programmata di tagliare il traguardo di Assisi, ma anche, e soprattutto, quello di tornare a casa portando nello zaino i colori, i profumi, gli sguardi e le emozioni raccolti lungo il cammino.” Gilda Luzzi – Giornalista Passaparola – Media Group 

🗓️ Day 14: 27 Agosto 2022
📍Spello > Assisi – Incontro con gruppo successivo e Cambio testimone

Km 20

Partiti dalla bellissima Spello, dove abbiamo ricevuto il benvenuto dall’amministrazione comunale e da Paola Carnevali, Presidente dell’Associazione Ansa Umbria (Associazione nazionale genitori soggetti autistici), ci siamo diretti verso Assisi, attraversando paesaggi bellissimi, a mezza costa, attraverso gli affascianti uliveti caratteristici dell’Umbria.

Avvicinarci alla metà ha scatenato in noi le emozioni più varie, perché per molti di noi – tutto il gruppo di Diversamente OdV e Progetto Filippide – rappresenta la fine del viaggio e del loro percorso, mentre per Mariella, Merilù, Mara e Daniela è un momento sì di arrivo, ma anche di cambiamento e proseguimento verso La Verna, la tappa finale di InSuperAbile 2022.

Abbiamo avuto una accoglienza bellissima presso la Basilica di San Francesco dove Padre Rafael ci ha intervistato e accompagnato nella visita. Tra i pellegrini e i visitatori della Basilica sono ormai famosi il suo sorriso contagioso e le sue braccia aperte in segno di accoglienza.

Un’acquazzone con tuoni e lampi ha smorzato gli animi durante la serata e ci ha regalato un po’ di riposo in vista della domenica ad Assisi. 

Con orgoglio abbiamo ricevuto tutti la benedizione di Fra Rafael, il testimonium e il mitico timbro della città d’Assisi sulle nostre bellissime credenziali!

Camminare INsieme, SU, PER ABbaglianti ILluminazioni Emotive.
Un acrostico, scelto a mo’ di titolo, non può, però, certo bastare per raccontare il “mio viaggio”, sia pure di pochi giorni, all’interno del progetto Insuperabile.
Qui ho trovato anime che si incontrano e che si riconoscono in uno sguardo, seppur fugace, riuscendo a concretizzare tutto ciò che resta inespresso. Senza aver bisogno di parole, senza aver bisogno di tempo, senza aver bisogno di spiegare. Un paradiso acrobatico di emozioni che lasciano senza respiro e che sono una linfa vitale per l’anima.
Da tutti e da ciascuno dei ragazzi che hanno percorso con me un pezzettino di strada ho imparato tantissimo.
Federico mi ha insegnato a camminare, con il suo passo veloce sempre in prima linea e mi ha insegnato l’arte dell’attesa.
Lorenzo mi ha insegnato la determinazione e la fermezza negli obiettivi da raggiungere e mi ha insegnato che i sorrisi riscaldano il cuore e vanno regalati un po’ più spesso.
Danilo mi ha dato in dono la sua anima artistica e insegnato che dentro di noi tutti abbiamo il nostro talento da annaffiare.
Cristina mi ha insegnato a cantare quando il dolore diventa insopportabile e a guardare avanti perché ciascuno di noi ha un obiettivo proprio da realizzare.
Marco, attraverso la sincerità del suo sguardo, mi ha insegnato la dolcezza e ricordato che quando proprio non ce la facciamo più possiamo anche fermarci ed aspettare che passi…
E poi tutti gli altri partecipanti al Cammino, con le loro singole personalità e i loro zaini pieni di esperienze diverse, mi hanno insegnato che l’unicità è un bene prezioso da proteggere e condividere.
Infine – beati gli ultimi che saranno primi – Mariella e Maria Luisa, le anime, quelle vere, del progetto Insuperabile, che mi hanno fatto sentire a casa e che non riuscirò mai a ringraziare abbastanza per avermi accolto, non solo lungo il percorso, ma anche nelle loro vite”. Gilda Luzzi – Giornalista Passaparola – Media Group 

🗓️ Day 15: 28 Agosto 2022
📍Assisi- Visita Città – Incontri istituzionali

Oggi ad Assisi è stata una giornata dedicata alla visita di questa meravigliosa città e allo stare insieme. Nella mattinata abbiamo visitato l’Eremo delle Carceri, la chiesa di San Damiano e la chiesa di Santa Maria degli Angeli, mentre nel pomeriggio il gruppo si è diviso e ognuno ha deciso da sé le attività da svolgere. Ci siamo ritrovati poi questa sera per cenare tutti insieme e per salutare, a malincuore, il gruppo di Diversamente Odv che domani ripartirà per tornare a casa, in Sardegna. È stato un momento davvero commovente perché le emozioni che ci legano sono davvero forti e quest’anno l’empatia con i ragazzi è stata ancora più grande e ci ha dato davvero tanta soddisfazione.

Dopo la cena c’è stato il momento dello scambio dei diplomi e sono entrate a far parte del cammino Barbara e Anna, che resteranno con noi nelle prossime tappe, tutte al femminile. Insieme porteremo avanti la bandiera di Se Vuoi Puoi!

Peccato non aver incontrato il Sindaco di Assisi, che, dopo vari cambi di orari, non si è presentata. Al suo posto, però, siamo riusciti ad incontrare Anna Maria Gandolfi, Consigliera di Parità Regione Lombardia ed eletta Componente Osservatorio Parità di Genere, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha presenziato al cambio di testimone, alle foto e al saluto della città di Assisi.

A fine giornata c’è stato quindi il passaggio di testimone dall’Associazione Diversamente Odv a Maria Luisa Garatti che sarà il testimone dell’intera settimana e che camminerà per un mondo libero dalla sclerosi multipla.

Si dice che il cammino ti porti lentamente a destinazione.
Così un passo dopo l’altro, attraversando magnifici borghi, splendidi paesaggi, i luoghi di fede antichi ma attualissimi, mi sono trovata catapultata ad Assisi.
Sono stati giorni intensi per ognuno di noi.
Un gruppo speciale, fatto di incontri nuovi e rinnovati, di sfide quotidiane per affrontare la quotidianità e arrivare insieme alla meta.
Per gli amici di Diversamente OdV e Progetto Filippide Assisi rappresenta la fine del progetto. Per me, Merilù, Mara e Daniela significa una pausa per proseguire poi verso la meta finale, il santuario La Verna, incontrando nuovi amici“. Mariella Faustinoni, LAMU e ASD Rosa Running Team
 
Quando hai già un sacco di km sulle gambe tutto sempre amplificato.
Arrivi a un certo punto che non riesci più nemmeno a guardare cosa c’è intorno a te.
Testa bassa e pensieri che si alternano.
Una voce ti dice ma chi te lo fa fare e un’altra vocina ti dice non mollare hai un progetto da portare a termine, devi caricare le gambe per poter camminare anche per tutte quelle persone a cui hai promesso di fare della strada anche per loro.
Raschi il barile raccogli le ultime forze e vai fino alla meta.
Assisi siamo arrivati con gioia nel cuore“. Maria Luisa Garatti – Se Vuoi Puoi

 

Per info:

📩 lamu@rosassociati.it 

📞 +39 348 8214945